Translate

venerdì 29 marzo 2013

CANISCIONI DI PASQUA CON IL RISO

Beh tra pochi giorni è Pasqua, e questi sono giorni iper impegnati per tutti. C'è da fare la spesa per la Domenica, gli ultimi regalini, ma soprattutto le ultime uova di cioccolato da comprare, qualcuno magari partirà per una gita fuoriporta. Ma nella mia famiglia si segue una tradizione ultracentenaria, che vede tutte noi brave donnine di casa, riunite come in un club a preparare i prodotti tipici della tradizione piedimontese.
Chili e chili di formaggio da grattugiare ( per fortuna che oggi esistono i robot da cucina), impasti da preparare e migliaia di uova da rompere, possibilmente non nel paniere. Ecco allora che oggi vi propongo la ricetta dei Caniscioni di riso , o tradotti in italiano calzoni di riso. Ecco a voi la ricetta ...


- Difficoltà : media
- Tempo : 3 ore circa
- Costo : € 12 circa

- Ingredienti per 8 caniscioni :
- Per il ripieno:
500 g di riso
10 uova
1 kg di formaggio grattugiato (quello che più preferite, di solito da noi si utilizza il formaggio di mucca stagionato, ma è ottimo anche il parmigiano)
sale

- Per la pasta:
1,5 kg di farina tipo "00"
150 g di olio extravergine di oliva
1 cucchiaio abbondante di sale fino
acqua


-  Preparazione :

- Per la pasta:
Su una spianatoia setacciate la farina, apritela a fontana e mettetevi al centro l'olio , e il sale disciolto in un abbondante bicchiere di acqua. Con una forchetta iniziate ad impastare e aggiungete poco per volta l'acqua. Non ci sono quantitativi precisi ,poichè tutto può variare a seconda della qualità della farina e anche dall'umidità presente nell'aria. Il vostro composto dovrà risultare liscio, omogeneo e morbido (ma non molliccio mi raccomando). Copritelo con un canovaccio e nel frattempo preparate il ripieno.

- Per il ripieno :
Cuocete il riso, ,stando attenti a non farlo scuocere ,salatelo, scolatelo e lasciatelo raffreddare. Versatelo poi in una scodella bella grande , dove aggiungerete 10 uova e il chilo di formaggio grattugiato, e con l'aiuto di un cucchiaio di legno rimescolate il tutto. Quest'operazione richiede molta delicatezza, poichè i chicchi di riso non vanno schiacciati.

- Assemblaggio :
Prendete adesso la pasta , circa 200 g e fate una sfoglia rotonda o come la chiamano dalle mie parti "laina". Mettetevi al centro una bella manciata del ripieno e richiudete a mezzaluna, lasciando un pò di spazio tra il cornicione ed il ripieno (questo perchè nello sfogliare evita che si aprino ai lati). Bucherellate con uno stuzzicadenti la superficie.
La tradizione vuole che vengano cotti nel forno a legno , per circa 1 ora , ma voi potete tranquillamente cuocerli nel forno della cucina a 180° per circa 1 ora un ora e un quarto, o almeno fino a quando non hanno ottenuto un bel colorito bruno/dorato.



6 commenti:

  1. Ma che bontà!! E' tipo il pane al formaggio? Non li conosco, che buoni! Approfitto per augurarti buona pasqua! Un bascio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Patty, a dire il vero non è un pane al formaggio , m a è una ricetta tipica del mio paese. Un bascio anche a te e ricambio gli auguri con sincero affetto a te, al tuo principing e alle tre magnifiche fatine del tuo castello

      Elimina
  2. Eccomi subito a sfogliare le pagine del tuo blog...è davvero grazioso e mi piace. Mi aggiungo subito ai tuoi followers.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia, onorata di averti tra i miei follower

      Elimina
  3. ciao mi piace il tuo bog e ti seguo molto volentieri!!!
    se ti va passa da me
    http://casa-dolcecasa.blogspot.it/2013/02/fai-conoscere-il-tuo-blog.html#comment-form
    baci
    silvia

    RispondiElimina
  4. Hmmm che bontà!!!! grazie a iotestopositivo sono passata di quà...ti seguo :))

    www.laboratoriocreativoidealab.blogspot.it
    http://www.facebook.com/IdealabLaboratorioCreativo?ref=hl

    RispondiElimina