Translate

martedì 4 giugno 2013

LA PAELLA ...OLE'!!!!!

Qualche domenica fa , per festeggiare il mio compleanno, ho voluto provare qualcosa di nuovo, più che altro di internazionale.  Ho consultato i vari libri di cucina , ma nulla era al caso mio. 
Primi piatti a base di carne...no, da scartare poichè il marito avrebbe detto :- No, non possiamo , ci vuole qualcosa di più esplosivo!!! (Forse stava cercando il numero di qualche ditta pirotecnica). 
Altre cose erano da evitare, alla mia mamma e al mio papà guai a sentir l'odore di panna o besciamella, altre ancora non piacevano alle mie nipotine ...e allora sarebbe stato meglio dare delle testate nel muro , direte voi... E invece no, quando il gioco si fa duro Imma inizia ad aprire i cassetti della memoria e apri che ti riapri, le viene una gran voglia di un piatto mangiato presso un piccolo locale tanti e tanti anni fa ( non che io sia vecchiarella eh!) il cui cuoco era spagnolo. Un piatto che le è entrato nella memoria, e che non ha più cancellato, un piatto che era l'occasione giusta da sfoderare, anche perchè se non lo avessi fatto in quell'occasione probabilmente non l'avrei fatto più.
Udite, udite !!!! Fiato alle trombe !!!! Perepere pe peeeeeeee !!! La paella , regina de Espagna!!!! 
Devo dire la verità e forse in questo mi potranno aiutare le mie amiche food blogger spagnole, non so se la ricetta datami sia esatta , anche perchè poi della paella ne esistono varie versioni ( quella solo di pesce , quella con carne e pesce e se non erro una vegetariana o per meglio precisare vegana), ma il risultato è stato ottimo visto che è rimasto solo l'enorme pentolone....
Contenti tutti , soprattutto io se è vero il fatto che le origini della  mia famiglia affondano proprio in Spagna. 
Viva l'Italia! Viva la Spagna! Ma soprattutto viva la buona cucina ovunque affondi le proprie origini !!!!




Difficoltà media
- Tempo : circa 3 ore
- Costo : € 60 circa






- Ingredienti per 10 persone :
1 kg di riso parboiled
4 calamari 
500 g di scampi
500 g di gamberoni
1 rana pescatrice
600 g cozze
600 g vongole veraci
1 peperone rosso
300 g di piselli sgusciati
1 cipolla
1 peperoncino
2 bustine di zafferano
2 ciuffi di prezzemolo
4 spicchi di aglio 
olio extravergine di oliva
100 g vino bianco secco
sale 




- Procedimento :
- Pulitura del pesce :
Il procedimento di questa ricetta potrebbe sembrarvi complicato, ma in realtà non è così , basta eseguire pochi semplici passi.
Per prima cosa mettiamo a spurgare le vongole e le cozze.
Puliamo poi il restante pesce, non buttando gli scarti che ci occorreranno per preparare il brodo di pesce.
 Per la rana pescatrice o pesce San Pietro (sono la stessa e identica cosa) togliamo la testa e la coda , e stacchiamo la polpa dall'unica grande lisca centrale. La tagliamo in piccoli cubetti e li mettiamo a parte.
Per gamberi e scampi invece stacchiamo il carapace ma non le teste e mettiamo anch'essi da parte.
Puliamo i calamari e li tagliamo a rondelle dello spessore di 1.5 cm.

- Per il brodo:
Adesso che abbiamo gli scarti possiamo preparare il brodo. 
In una pentola alta,mettiamo 2 spicchi di aglio , un pizzico di peperoncino con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva.
Aggiungiamo gli scarti del pesce , 1 cipolla bianca tagliata in 4 spicchi e 1 ciuffo di prezzemolo e li facciamo rosolare ben bene; solo dopo aggiungeremo un 3 l di acqua ( non vi preoccupate se vi sembra tanta ,  perchè poi il brodo si restringe) e lo portiamo a bollore a fuoco medio per circa un paio di ore. Nel frattempo che bolle aggiungetevi lo zafferano.
Quando il brodo è pronto, va filtrato con un colino e le carcasse vanno schiacciate prima di buttarle via. 
Adesso mettete da parte.

-Cucinare il pesce:
In una pentola fate rosolare 2 spicchi di aglio con 2 cucchiai di olio , dopodichè versatvi le vongole e le cozze ( come un normale soutè) e fatele aprire.  Adesso togliete la metà del guscio vuoto e mettete il restante da parte
Filtrate il sughetto rimasto (onde evitare che vi siano impurità dei frutti di mari) e fate andare per pochi minuti i calamari. Togliete anche questi con l'ausilio di un cola-pesce e mettetevi scampi e gamberi con l'aggiunta del vino bianco, per 3 al massimo 4 minuti.
Adesso non resta altro che preparare la paella.

- La Paella
In una grossa pentola , larga ma bassa, mettete l'aglio, il peperone rosso tagliato a cubetti piccoli ed i piselli precedentemente sbollentati. Fate rosolare ed aggiungete il riso, tostatelo, aggiungete i cubetti di rana pescatrice,  coprite il tutto con il brodo e rimescolate al massimo una volta sola. Pochi minuti prima della fine della cottura aggiungetevi tutto il restante pesce e buon appetito
La paella dovrà risultare bella compatta, non brodosa.




26 commenti:

  1. Ciao! Complimenti per la ricetta, da provare davvero!! Ti ho visto su Kreattiva e sono diventata una tua follower, ricambia se ti va =)

    RispondiElimina
  2. Ciao!!!! Io adoro questo piatto provato nella bellissima Barcellona!!! Mi hai fatto venire in mente bellissimi ricordi.. Profumi e usanze.. Tra quella la paella!! :-)

    RispondiElimina
  3. JEJEJE, Oleeeehh, mi piace molto la paella come una buona spagnola. Complimenti per la tua ricetta Besitos guapa.

    RispondiElimina
  4. wow...molto molto invitante..passa da me a ritirare 1 premio :))

    RispondiElimina
  5. Buonissima la paella, complimenti.

    RispondiElimina
  6. ne ho sentito molto parlare ma non l'ho mai provata, devo proprio copiarti la ricetta

    RispondiElimina
  7. La paella mi piace tantissimo, non la cucino spesso però qui a casa ne andiamo matti!!

    RispondiElimina
  8. Guarda non ti so dire neanche io se sia originale o meno questa tua preparazione ma ti posso assicurare che io ne avrei mangiato volentieri un bel piattone.Spero di poterla riproporre in casa mia al più presto ti farò sapere.

    RispondiElimina
  9. Ma lo sai che la Paella è uno dei miei piatti preferiti da sempre?? però non sono mai riuscita a farla in casa..per fortuna ci sei tu e con questa ricetta oggi mi hai davvero conquistata..deve essere buonisisma e anche tanto gustosa oltre che ad essere bellissima nella preparazione..ti copierò di sicuro la ricetta!!!

    RispondiElimina
  10. la paella è un piatto che vorrei sempre provare a cucinare, ma non trovo mai una ricetta che mi convinca, credo proprio proverò la tua il risultato è molto invitante

    RispondiElimina
  11. amo la paella!la tua ricetta sembra ottima la proverò!

    RispondiElimina
  12. Io vado letteralmente pazza per la paella! E a chi non piace? Sinceramente per tutti gli ingredienti che ha mi viene sempre difficile farla. Per questo ti faccio i miei complimenti.. la tua sembra meravigliosa!

    RispondiElimina
  13. Io sarò l'unica anomala che è stata in vacanza n Spagna senza assaggiare la paella..mio marito ancora mi prende in giro per questo.
    Allora potrei stupirlo preparandola a casa con la tua ricetta, che ne pensi? :-)

    RispondiElimina
  14. Ma che buona la tua paella, davvero squisita, la mangiai una volta proprio in Spagna ed era davvero unica, squisita!

    RispondiElimina
  15. questo post fa proprio al caso mio ,sono settimane che mia figlia che è stata in Spagna qualche settimana fa,,nn fa ,che chiedermi di preparargliela ...copiero' la tua ricetta

    RispondiElimina
  16. ho molte amiche spagnole per cui ti confesso che non ho mai fatto la paella ma me la faccio preparare da loro e non conosco nemmeno la ricetta, mi hai dato l'idea per stupirle la prossima volta

    RispondiElimina
  17. semplicemente divina, una ricettina molto appetitosa ed invitante ho l'acquolina alla bocca solo nel guardare le tue foto.

    RispondiElimina
  18. Amo la paella e la mangio spesso in un ristorantino, dove la fanno veramente bene!!!!! quella che hai preparato tu sembra ottima!!!!! Vieni a cucinarla per me????

    RispondiElimina
  19. Una delle mie ricette preferite eseguita in modo magistrale e con un ricco accompagnamento che la rende un piatto unico di sicuro appeal!

    RispondiElimina
  20. ottima la tua ricetta devo provare anche io a farla, in genere compro quella gia' pronta ma quelle preparate come l'hai fatta tu e' tutta un altra cosa

    RispondiElimina
  21. Ciao cara come sempre mi stupisci con le tue ricette, facili, gustose e soprattuto belle da verede kiss ti seguo sempre

    RispondiElimina
  22. spettacolo di ricetta, adoro la paella..mio fratello che abita a Palma di Maiorca e fa il cuoco, ci aggiunge anche gli asparagi.. :-)

    RispondiElimina
  23. innanzitutto auguri passati! e poi la paella è uno dei piatti che adoro ma ci vuole davvero maestria nel prepararla e tu sei stata bravissima!

    RispondiElimina
  24. Hai fatto benissimo ad optare per la paella... E' veramente ottima e questa preparata da te si presenta anche molto bene!

    RispondiElimina
  25. mi sembra di sentirne l'odore da qui. mi hai fatto venire voglia di tornare a valencia per mangiare la paella, però visto che torno da poco da un viaggio posso solo copiarti la ricetta, cercare i tuoi stessi ingredienti e farla :P

    RispondiElimina